Cosa c’è dentro una sigaretta (anche rollata)

(video a fondo pagina)

Le sigarette, all’apparenza semplici cilindri di carta che contengono tabacco, in realtà al loro interno nascondono molto di più: la quantità di schifezze contenute in una sigaretta ti lascerà a bocca aperta! (e lo stesso vale anche per le sigarette di tabacco trinciato che uno si assembla in autonomia).
Ecco un elenco dei principali ingredienti contenuti nelle sigarette. #TELOSPIEGO! 

SOSTANZE GIÀ PRESENTI PRIMA DELLA COMBUSTIONE

Nicotina: naturalmente presente nelle piante di tabacco, che la usano come pesticida naturale per difendersi dagli insetti. Nell’uomo invece causa una forte dipendenza e può avere effetti negativi sul sistema cardiovascolare e nervoso.

Ammoniaca: usata per migliorare il sapore del tabacco e rendere la nicotina più facilmente assorbibile nei polmoni, aumentandone i livelli nel sangue e portando a una maggiore dipendenza.

Cadmio: Un metallo pesante tossico che può accumularsi nei reni e col tempo portare a un avvelenamento.

Polonio-210: Un elemento radioattivo che può essere naturalmente presente nella pianta di tabacco ma che è radioattivo e in grandi dosi aumenta il rischio di cancro ai polmoni.

Zuccheri, Cacao, Liquirizia e Mentolo: usati essenzialmente per dare al fumo un sapore più dolce, rendendolo più accattivante (specie per i più giovani) ma che, quando bruciati, possono aumentare la dilatazione dei bronchi, permettendo alla nicotina e alle altre sostanze schifose di penetrare più profondamente nei polmoni e creare acetaldeide, che aumenta la dipendenza dalla nicotina.

Arsenico: Una sostanza chimica tossica che può essere naturalmente presente nel tabacco ma che per l’uomo è notoriamente, velenosa.

Broncodilatatori: Questi farmaci possono essere aggiunti per espandere i bronchi e permettere al fumo di penetrare più profondamente nei polmoni e indovinate un po’? Esatto, aumentare la dipendenza dalla nicotina!

Arsenico: Una sostanza chimica tossica che può essere naturalmente presente nel tabacco ma che per l’uomo è notoriamente, velenosa.

E queste sono solo alcune delle sostanze che troviamo nel tabacco PRIMA della combustione!

sostanze che vengono liberate dalla combustione

Quando accendiamo una sigaretta  vengono liberate molte altre schifezze:

Monossido di Carbonio, che riduce la capacità del sangue di trasportare ossigeno, aumentando il rischio di malattie cardiovascolari.

Gli Idrocarburi policiclici aromatici e le Nitrosammine specifiche del tabacco che fanno schifo solo dal nome e sono tra i principali cancerogeni nel tabacco.

Formaldeide: risultato della combustione incompleta di alcune sostanze contenute nel tabacco, ha effetti irritanti ed è un noto cancerogeno.

Catrame: una melma nerastra risultato della decomposizione termica delle sostanze organiche nel tabacco durante la combustione, che contiene molti cancerogeni e può danneggiare i tessuti polmonari.

E queste sono ALCUNE delle migliaia di schifezze che ti fumi quando aspiri fumo di sigarette;

LA BANCA DATI DEI PRODOTTI DEL TABACCO del Ministero della Salute

Se vuoi scoprire quali sono tutti, ma proprio TUTTI, gli ingredienti contenuti nei prodotti del tabacco, come sigarette, trinciati e sigari ma anche delle sigarette elettroniche e i prodotti a tabacco riscaldato, visita la Banca dati dei prodotti del tabacco, il sito web del Ministero della Salute dove sono elencate tutte le informazioni sugli ingredienti e le sostanze nocive dei prodotti del tabacco divise per marca e modello.

Se poi vuoi smettere di fumare, o vuoi maggiori informazioni sui prodotti contenenti tabacco e nicotina, puoi chiamare il telefono verde contro il fumo dell’Istituto superiore di Sanità, al numero 855 40 88.

È un servizio anonimo e gratuito, attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore dieci alle ore 16 grazie al quale avrai a disposizione un’equipe di esperti che risponderanno a tutte le tue domande e che possono anche aiutarti a smettere di fumare, sostenendoti nel cambiamento con consigli utili e strategie, e che ti potranno dare aiuto nei momenti a rischio di ricadute quando sarai ormai un ex fumatore.

Questo articolo è stato realizzato con il supporto tecnico e finanziario del Ministero della Salute.